Di cosa mi occupo

Più in particolare il mio intervento si focalizza su:

  • comprensione e risoluzione delle situazioni in cui le condizioni personali e la relazione con gli altri possono costituire fonte di disagio e di difficoltà
  • crescita personale per migliorare la comunicazione, l’autostima, la propria qualità di vita e di benessere psicofisico,
  • ausilio nell’individuazione di strategie funzionali finalizzate al risolvere un disagio, un “nodo” della propria vita che inficia sul benessere e sull’equilibrio
  • cambiamento delle abitudini (fumo, peso, etc…), controllo e gestione dello stress e delle emozioni
  • coaching sportivo e counseling alimentare, per raggiungere obiettivi definiti, concreti e visibili (per informazioni più dettagliate visualizzare la sezione corrispondente)

Dove trovare alcuni dei miei articoli:

http://carolinastradapsicologa.blogspot.it/

 

 

 

E’ necessario rivolgersi allo psicologo solo in caso di psicopatologia? No (anche perchè in quel caso, è probabile si debba ricorrere ad uno Psicoterapeuta che ne vada ad indagare le cause più profonde o ad uno Psichiatra). Ci si può rivolgere ad uno Psicologo nel caso ci si trovi di fronte ad un disagio (psicologico e relazionale) che limita la serenità e il benessere psico-fisico. Questa figura professionale ha diverse competenze, tra le quali il sostegno psicologico, la diagnosi, la prevenzione e la promozione della salute in vari ambiti. Lo Psicologo supporta la persona in difficoltà lungo un percorso che le consente di arrivare ad avere un’articolata visione della realtà, mediante nuove interpretazioni di essa, promuovendo il cambiamento e aiutandola a trovare le strategie per affrontare la propria vita in maniera più consapevole in un’ottica di miglioramento della propria esistenza. Può essere la chiave di volta per risolvere un problema nel qui e ora (aiutando a “sciogliere un nodo della matassa”) o un supporto più duraturo nella gestione ad esempio di una malattia cronica. Chiedere aiuto non è un segno di volubilità o di scarsa autonomia, ma indica, anzi, la volontà di chiarire e raggiungere i propri obiettivi. Lo psicologo dunque aiuta a individuare le strategie più efficaci per fronteggiare una certa situazione, a mantenere la motivazione nell’affrontare un percorso di cambiamento, a riconoscere i punti di forza e quelli di debolezza e ad approfondire e migliorare la conoscenza della persona, dato che il colloquio costituisce un’occasione in si ha la possibilità di riflettere su quello che ci sta avvenendo e sul significato che questo ha per noi, e infine a riconoscere le cose dalle quali dobbiamo tutelarci e quelle che invece favoriscono il nostro benessere.